Documenti



agosto 8

CON L’ESTRATTO DI RUOLO SI PUO’ IMPUGNARE LA CARTELLA

da “Il Giornale delle PMI” del 5/8/2014 – Se la cartella esattoriale non è mai stata notificata correttamente il contribuente può impugnare l’atto grazie alla certificazione (ossia l’estratto di ruolo) consegnatagli dallo sportello di Equitalia. A tali conclusioni è giunta la Commissione Tributaria Provinciale di Frosinone che, con la sentenza n.65/05/14 depositata il 13/01/2014 (sentenza.

luglio 23

NOTIFICA AL PORTIERE ILLEGITTIMA SE NON SI CERCA PRIMA IL DESTINATARIO

da “Il Giornale delle PMI” del 2/07/14 – La notifica dell’avviso di accertamento al portiere è legittima solo se l’ufficiale giudiziario prova di aver tentato la consegna al destinatario. Ciò è quanto stabilito dalla Commissione Tributaria Regionale della Lombardia, la quale, con sentenza n.1309/33/2014 ha sancito le corrette modalità di notifica degli atti tributari in.

giugno 25

ACCERTAMENTO BANCARIO E REDDITOMETRO: QUALI DIFESE PER IL CONTRIBUENTE

da “il Giornale delle PMI” del 18/6/2014 – In caso di accertamento bancario finalizzato a ricostruire il reddito del contribuente, il Fisco non può pretendere a distanza anni una giustificazione contabile per ogni singola operazione bancaria effettuata. A tali conclusioni è giunta la Commissione Tributaria Regionale di Torino che, con sentenza n.150/01/13, depositata il 20/11/2013.

giugno 20

E’ NULLA LA CARTELLA ESATTORIALE TARDIVA

da “ALTALEX” del 18/06/2014 – È illegittima la cartella esattoriale notificata in ritardo. Ciò è quanto emerge da una recente sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Pavia (sentenza n.283/03/14 liberamente visibile su https://www.studiolegalesances.it/2014/05/17/sent-ctp-di-pavia-n-283314-la-cartella-tardiva-e-nulla/), la quale non solo annulla l’atto esattoriale ma anche il debito tributario sottostante poiché richiesto dal concessionario della riscossione oltre i termini di legge..

giugno 16

IL FISCO DEVE CONSIDERARE IL CONTRIBUENTE

da “Il giornale delle PMI” del 05/06/2014 –  È nullo l’accertamento fiscale se il Fisco non spiega perché non accoglie le giustificazioni del contribuente. A ribadire questi principi è la Suprema Corte che in una recentissima pronuncia ha chiarito come risulti fondamentale, ai fini della legittimità di un accertamento fiscale, la spiegazione da parte dell’Agenzia delle.

giugno 4

DIETROFRONT EQUITALIA: LA PRIMA CASA SI PUO’ PIGNORARE

da “Il Giornale delle PMI” del 28/05/2014 – Nessuna tutela per i “vecchi” pignoramenti di Equitalia sulle prime case. Il chiarimento arriva nei giorni scorsi direttamente dal Ministero Dell’Economia e comporta sostanzialmente la validità dei pignoramenti  sulle prime case dei contribuenti effettuate da Equitalia prima dell’entrata in vigore del decreto cd. “DEL FARE” (DL n.69/2013), ossia.

maggio 20

LA VENDITA “SOTTOCOSTO” NON BASTA PER L’ACCERTAMENTO

da “Il Giornale delle PMI” del 16/05/2014 – La sola vendita “sottocosto” dei propri beni da parte dell’impresa non basta ad avvalorare l’accertamento fiscale. Sono queste le considerazioni a cui è giunta in questi giorni la Suprema Corte, la quale, con ordinanza n.10.041 dell’8 maggio 2014, sottolinea come il comportamento antieconomico non rappresenta di per sé.

NUOVI VECCHI 1 2 25 26 27 46 47